Vini Artigianali coltivati
con Amore & Rispetto per la Terra
ca' da ber

Famiglia & LavoroL' Azienda

Siamo una giovane azienda agricola a conduzione familiare dedita alla viticoltura, nata nel 2019 dalla passione e dall’amore che ci lega alla terra.

Abbiamo poco più di 2,98 ettari di terreno dei quali 2,77 ettari piantumati a vigneto e il restante a bosco, tutti ubicati in Friuli Venezia Giulia in provincia di Gorizia, nei comuni di Moraro (nella pianura di terra rossa e ghiaiosa alla destra del fiume Isonzo a ridosso delle colline del Collio) e a Capriva del Friuli nel Collio Goriziano, confinanti con le cittadine di Cormòns, Mariano del Friuli e Farra d’Isonzo… un microclima ottimale per mettere a dimora i vigneti.

Puntiamo la nostra produzione sulla salute delle piante e sulla qualità dell’uva, per questo abbiamo fatto alcune scelte importanti: piantumare le barbatelle con una densità superiore a quella richiesta nei disciplinari senza farle entrare in concorrenza, fare una potatura invernale con un carico di gemme che non vada ad appesantire la pianta, una potatura verde mirata alla scelta dei grappoli migliori e mantere la produzione sempre al di sotto dei massimali consentini… tutto questo per preservare le piante nel tempo e dare una qualità elevata ai grappoli che andranno a dar vita ai nostri vini di pregio.

Allevamento & LavorazioniI Vigneti

Il primo impianto è avvenuto nel 2020 nel comune di Moraro (Gorizia), nella vigna denominata “Dagli Ulivi“, dove abbiamo piantato le prime barbatelle di Merlot e Ribolla Gialla (vitigno autoctono del Friuli Venezia Giulia).

Nel 2021 invece è stata la volta degli appezzamenti: “Lungo Strada” con Malvasia Istriana e Sauvignon Blanc e “La Vigneta” piantata esclusivamente con Sauvignon Blanc.

A metà del 2022 abbiamo acquisito l’appezzamento “Sul Collio” che è diviso in una parte a bosco e una vitata a Tocai Friulano, Malvasia Istriana e Ribolla Gialla, il tutto piantumato nel 1978. Su questo appezzamento andremo a operare un restauro del vigneto per riportarlo allo splendore che aveva almeno una ventina di anni fa, grazie anche al rimpiazzo delle fallanze con barbatelle fatte fare ad-hoc con i cloni delle viti già presenti e la piantumazione a fine 2022 di un nuovo filare di Picolit e due di Ribolla Gialla, dai quali ricaveremo (non appena tutto il vigneto lo concederà) una bottiglia speciale numerata.

Per quanto riguarda l’allevamento delle piante, abbiamo scelto sesti d’impianto abbastanza fitti (tra i 3846 e 5208 piante/ettaro in base al vitigno e alla zona) e che rientrano abbondantemente nei rispettivi disciplinari DOP e IGP.

Come metodi di allevamento abbiamo optato per: Cappuccina o doppio capovolto, Cordone speronato e Guyot.

Anche se attualmente non seguiamo una coltivazione biologica, aziendalmente abbiamo deciso di utilizzare il meno possibile pesticidi e diserbanti aumentando le lavorazioni sottofila, in aggiunta utilizziamo concinazioni contemplate in agricoltura biologica oltre alla tecnica del sovescio interfila.

VarietàI Vitigni

Ribolla Gialla

Superficie ~ 595 mq | 3846 – 5208 ceppi/ha
DOP Collio

Superficie ~ 9.740 mq | 3846 ceppi/ha
IGP Venezia Giulia

Malvasia Istriana

Superficie ~ 585 mq | 3846 ceppi/ha
DOP Collio

Superficie ~ 3.160 mq | 3846 ceppi/ha
IGP Venezia Giulia

Tocai Friulano

Superficie ~ 1.285 mq | 3846 ceppi/ha
DOP Collio

Picolit

Superficie ~ 30 mq | 4808 ceppi/ha
DOP Collio

Sauvignon Blanc

Superficie ~ 7.230 mq | 4525 – 4808 ceppi/ha
DOP Friuli Isonzo

Merlot

Superficie ~ 5.100 mq | 3846 ceppi/ha
DOP Friuli

cantinaPersone & Vino

La storia dell’uomo associata al vino ha inizio più di 4.000 anni fa!

Ora la passione e la dedizione che da noi viene riposta nel “nettare degli Dei” ci porta a realizzare, grazie all’esperienza pluriennale di persone fidate sia nella gestione del vigneto che nella vinificazione, vini bianchi e rossi di elevato carisma e di alta qualità. In base alla tipologia e al risultato che vogliamo far nascere, alcune dei nostri vini vengono passati per brevi periodi o addirittura anni in tonneaux di rovere francese nuove o di secondo passaggio.

Il connubio tra terra, uomo, uva, botti ed esperienza… da vita ai nostri vini.

Cul vin si sta fra amîs, cu l'aghe si lave i pîs. Col vino si sta fra amici, con l'acqua ci si lava i piedi.